Candidati

In ordine di lista, ecco una breve presentazione personale dei candidati…

1) Gianni Pietro Girotto: classe 1967, perito elettronico, laurea in giurisprudenza. Sono impiegato in una azienda privata, con un passato normale alle spalle.

Sono iscritto ad alcune Associazioni, tra cui da 25 anni ad Amnesty International Mani Tese, e con il primo faccio parte del sottogruppo “Azioni Urgenti“. Oltre a questo sempre da più 20 anni sono iscritto all’AvisAidoAdmo, da 20 anni socio Altroconsumo, dal 2003 socio di Banca Etica, facendo altresi parte del relativo GIT (gruppo iniziativa territoriale) e gestendo la relativa pagina facebook. Dal 2008 socio di Altreconomia, della Cooperativa Pace e Sviluppo e di GreenPeace, e dal 2009 iscritto al Movimento Etico Solidale e alla Banca del Tempo di Maserada. Nel 2010 socio di Informatici senza frontiere (ora simpatizzante). Dal 2007 al 2009 sono stato socio dell’Associazione Famiglie Italiane, curando una pagina, dedicata alla tutela dei consumatori, della loro rivista “8 pagine di famiglia“. Ho sottoscritto e contribuito economicamente al progetto della TV indipendente Pandora e alla Wikimedia Foundation. Dal 2003 sono “vegetariano per coerenza“. Dal 2012 sono membro attivo (creditore) del social lending Kiva. Le mie opinioni sulle grandi tematiche sociali/ambientali (scritte anni prima di candidarmi) le trovate nella apposita sezione “I miei Credo“. Gestisco una pagina su Facebook intitolata “Etica? Si grazie!” per divulgare e discutere sulle realtà etiche esistenti nella finanza, imprenditorialità, volontariato…

.

2) Renzo Scarabello: Sono nato nel 1959, sono felicemente sposato, risiedo a Breda di Piave e attualmente lavoro presso il comune di Ponte di Piave, con mansioni di messo comunale.

Ho lavorato per 18 anni alle dipendenze del comune di Breda di Piave, ricoprendo vari incarichi, acquisendo una conoscenza capillare del territorio, delle sue caratteristiche e delle sue bellezze.

Da oltre trent’anni faccio parte dell’AIDO e del gruppo locale AVIS di Breda di Piave.

Sono estremamente convinto dell’importanza e del rispetto che dobbiamo alla nostra terra, e alla nostra tradizione; per questo sono un acceso sostenitore della produzione di energia da fonti alternative, dei prodotti a chilometri zero, oltre che un appassionato coltivatore a tempo perso.

Mi sono candidato con la lista Breda cinque stelle per le prossime elezioni amministrative conscio delle problematiche del nostro territorio; pienamente convinto che l’esperienza acquisita nei miei 18 anni alle dipendenze di esso, possa essere utilizzata per portare un contributo e un punto di vista ecologico, pragmatico, concreto ed energico.

,

3) Alessandro Camarin: Sono nato nel 1985. Ho conseguito la laurea in giurisprudenza e,
attualmente, lavoro in Studio legale come praticante. Per sette anni sono stato volontario presso le parrocchie limitrofe per i Gruppi giovanili e per i campeggi estivi di Pero di Breda di Piave. Queste esperienze, al pari di alcuni periodi lavorativi utili per pagarmi gli studi, mi hanno aiutato a crescere e a formare la mia persona.
Fin da ragazzo mi sono interessato alla politica. Con gli anni ho maturato la convinzione circa la necessità che l’amministrazione dei cittadini abbisogni di sostanza e pragmaticità, e non di parole.
Quando un mio amico mi ha invitato ad alcuni incontri del movimento Breda 5 stelle ho trovato molta gente silmile a me. Ho quindi aderito con entusiamo e impegno nella convinzione che, qualunque persona si cimenti in ambiti simili, debba farlo per un’amministrazione partecipata e propositiva al fianco dei cittadini.

.
4) Michele Girardi: Nato nel 1989, diplomato all’ITIS Max Planck di Treviso, attualmente studente presso la facoltà di Scienze e Tecnologie Multimediali di Pordenone lavoratore a tempo pieno in contratto stage presso azienda di Ponte di Piave. Volontario di protezione civile dal 2007. Seguo il Movimento 5 stelle dal 2007.

.

.

.

..

..

..

..

..

..

..

..

5) Andrea Moretto:  ho 30 anni, vivo a Breda di Piave dal 2006. Lavoro come impiegato in un’azienda privata.

Ho deciso di candidarmi perchè voglio dare a mia figlia un futuro diverso, più onesto, pulito e responsabile. Amo il mio territorio e le sue risorse.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
..
.
.
.
.

.

7) Desi Chinellato: Nata nel 1975 a Treviso.  Imprenditrice nel settore delle perforazioni  acque sotterranee  e geotermia – energie rinnovabili

Laureata alla Facoltà di Scienze Politiche di Padova

Abito a Breda dal 2009 , sposata con un bredese dal 2010 , originaria da Spresiano

A Spresiano ero inserita nel gruppo giovani per le attività estive . Coordinatrice nelle attività del paese nell’ organizzazione di spettacoli musicali.

Non sempre concordo con le idee del Movimento, ed è proprio per questo che posso pensare alla politica portando il mio contributo e la mia esperienza  in piena libertà. Ho  capito che Breda Di Piave ha delle potenzialità, dei cambiamenti da mettere in atto. Voglio attuarli  per quell’ambizione di immaginare un ambiente ed un territorio migliore, sfruttandone le qualità, incoraggiando la socializzazione e la coesione del paese.

8) Diego Zanatta: nato nel 1979, Perito Chimico, lavoro come tecnico in un’azienda di vernici. Da anni seguo con interesse e delusione le vicende politiche, sentendomi tristemente non rappresentato. Ho colto finalmente l’occasione di unirmi ad un Movimento con il quale condivido gran parte delle idee fondanti, un’ondata d’aria fresca che potrà certamente contribuire a cambiare in meglio la gestione della cosa pubblica nel BelPaese, a cominciare dalle amministrazioni locali.

Le mie idee in breve: credo sia molto più importante come viviamo e non quanto produciamo, perchè “siamo cittadini e non consumatori”; penso che difendere l’ambiente e puntare sulle energie rinnovabili non sia il futuro, ma “un presente che non può più attenderci oltre”; credo nella necessità di riportare la legalità, che è l’elemento fondante in uno Stato di Diritto; ritengo che le libertà nella sfera privata dell’individuo vadano sempre difese, anche quando le idee non corrispondono alle mie; penso che sia dovere di tutti noi cittadini controllare chi ci amministra ed intervenire attivamente perchè lo faccia nel migliore dei modi, perchè solo così si possono ottenere delle scelte più eque, utili e condivise; credo che chi si rassegna al peggio ha già perso in partenza, per questo ora ci daremo da fare per cambiare in meglio le nostre amministrazioni.

.
9) Ivan Favarel: Classe 1972 operaio metalmeccanico. Single. Seguo il Movimento dal 2009.

.

10) Davide Zamuner: classe 1987, perito elettronico e telecomunicazioni, tecnico presso un’azienda privata. Attivo con il Movimento 5 Stelle dal 2008.

2 Responses to Candidati

  1. carla says:

    non succederà mai più che mi giri dall’ altra parte passando davanti hai vs gazebo pensando ..in pochi si fa poco ..GRAZIE PER AVERCI CREDUTO ANCHE PER ME MIO FIGLIO E MIO MARITO, MAGARI NON SUBITO…MA E’ SICURO CHE FINALMENTE SI CAMBIA!!!!
    ….una domanda… mio figlio si chiede perchè spendere soldini per la pubblicità della mostra in villa a Breda , quando non puo’ raggiungerla perchè non c’è una pista ciclabile che gli permetta di arrivare senza cadere nel fosso, come già successo a più persone e non per colpa delle macchine, PER LE BUCHE DELLA STRADA!!!!!!!!!! e visto che ci siamo lui chiede anche perchè un vigile che insegna a scuola ai bimbi l’ educazione stradale, parcheggia in una proprietà privata, POSTO COMPERATO DA UN CONDOMINO DISABILE CHE HA DOVUTO ASPETTARE LORO PER ENTRARE in casa sua!!e …..scusate …ma ..mio figlio mi chiede anche se può lui migliorare i cassonetti delle poste abbellendoli con materiale riciclato o altro, “…perchè mamma mi fanno proprio schifo!!..ma perchè visto che non costa niente qualcuno non ci pensa??” SE VUOLE RIMBOCCARSI LE MANICHE PER LE PICCOLE COSE UN BAMBINO DI 9 ANNI, POSSIAMO FARLO TUTTI…..GRAZIE!
    x ultimo: mio figli di 6 anni si chiede perchè il suo parco vicino casa è stata fatto in una buca che si riempie di acqua sempre elui non ci può andare “…da grande farò il geometra così i parchetti li farò in modo che: i bambini vedano le macchine che arrivano, e non serve aspettare i 35 gradi per andare al parco perchè è stato fatto in una gigantesca conca ed io non posso andarci mai…nessuno ci va mai!!!!..solo i cani degli altri,ma ha cosa gli servono ai cani le altalene??”
    SCUSATE UNO SFOGO DELLE “PICCOLE COSE” A NOME DI TANTE FAMIGLIE BREDESI….(LO SFOGO PER LE “COSE GRANDI”GIA’ LO AVETE SENTITO TANTE VOLTE)
    GRAZIE ANCORA PER TUTTO!!!!

    • desichinellato says:

      Mia figlia vede le stesse cose, Mia figlia è più piccola, ma la Sua mamma vive con forza questo disagio. Le piccole cose servono per fare le cose grandi. Condivido e grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: